Sannio Tradizioni
 Sannio Tradizioni

..:: Ambiente ::..

L'Anfiteatro Romano di Benevento in stato di abbandono

   
 
L'Anfiteatro abbandonato!
Il presidente di Ekoclub chiede ai politici sanniti e ai politici italiani di prendere a cuore la situazione dell'Anfiteatro beneventano e di fare, finalmente, qualcosa di buono e giusto per la nostra martoriata e dimenticata terra.

Ci sono cose che, a chi ama la propria città, tolgono il sonno e gli incupiscono l’anima. Una cosa che rattrista chi è affezionato ai monumenti e ai reperti storici è l’abbandono più totale in cui versa l’Anfiteatro Romano di Benevento, si avete letto bene, Anfiteatro Romano e non Teatro Romano. Il Teatro Romano “soffre”per l’incuria dell’Amministrazione Comunale nei suoi confronti, ci riferiamo a Piazza Caio Ponzio Telesino interessata perennemente da scavi. L’Anfiteatro Romano non ha certo motivo per “ridere” infatti, dal 1998 gli scavi di recupero iniziati lo stesso annosi sono fermati. In qualsiasi altra parte del mondo un Anfiteatro Romano sarebbe stato recuperato nel giro di pochi mesi, se si pensa all’importanza storica del monumento.
L’Anfiteatro Romano, che sta sotto terra in Via Munanzio Planco a Benevento nei pressi della stazione detta di “cartone” per intenderci, è grosso come il Colosseo di Roma e ospitava la più grossa scuola di gladiatori ai tempi di Nerone. Nel 1998, l’allora Ministro per i Beni Culturali Walter Veltroni riuscì, grazie ad un sostanzioso contributo dato ai proprietari del terreno dove sorge l’Anfiteatro, a bloccare la costruzione di un palazzo di 6 piani. Gli scavi iniziarono immediatamente e, il cuore di noi ambientalisti e appassionati di storia, si riempì di gioia. Con la stessa celerità con la quale iniziarono i lavori si bloccarono e d’allora non è stata mossa più una pietra. Siamo consci che sull’Anfiteatro sorgono una serie di palazzi, i binari della ferrovia e una masseria, ma siamo anche convinti che, con la buona volontà dei politici e con i contributi della Comunità Europea, i palazzi possono essere ricostruiti in altro sito, la stazione “dirottata” e la masseria spostata, tutto ciò comporterebbe per la città di Benevento, per l’intero Sannio e per la Campania tutta un punto d’attrazione formidabile, un vero e proprio gioiello d’antichità, un bene per l’intera comunità mondiale. Sarebbe bello poter rientrare un giorno con fare “gladiatorio” nell’arena dell’Anfiteatro Romano di Benevento… come è bello sognare, altrettanto bello sperare!
La nostra Associazione nella persona del suo Presidente Luigi La Monaca chiede sia ai politici sanniti sia ai politici italiani di prendere a cuore la situazione dell’Anfiteatro beneventano e di fare, finalmente, qualcosa di buono e giusto per la nostra martoriata e dimenticata terra. I grandi uomini si ricordano per le grandi cose che hanno fatto, i mediocri si ricorderanno per le cose che hanno fatto solo per se stessi e per la loro “dinastia” intelligenti pauca!


Luigi La Monaca
Presidente Provinciale Ekoclub International

(01.05.07 ore 11:38)

 

 Indietro

Home - Contattaci

Copyright © 2006 Sannio Tradizioni. Tutti i diritti riservat